t-mag uncovers: The BEAst Show!

BEAst show è l’evento - anche se non si tratta di un vero evento, ma è così che tutti identifichiamo serate di performance e dj set – che oggi, 15 giugno, sarà ospitato a Palazzo Velli a Roma.

Abbandoniamo ‘evento’ e chiamiamolo esattamente col suo nome: esperienza.


Il BEAst show farà vivere a tutti i partecipanti un’esperienza sensoriale attraverso un viaggio alla scoperta di quelle sensazioni primordiali che ci caratterizzano, che ci rendono vivi. L’arte, la moda, la musica e lo yoga si fonderanno e daranno origine ad una realtà pura e curiosa, che si potrà godere per qualche ora.

BEA studio è il brand di moda, con focus sul beachwear, che ha creato il BEAst show insieme ai suoi compagni di viaggio.


La founder del marchio descrive così la propria anima e quella del BEAst show.

Che tipo di designer credi di essere?

Non saprei dare una definizione precisa, ma posso dire con certezza che quello che cerco di fare è di dimostrare che i sogni che ho non siano molto distanti dalla direzione in cui sto andando.

Quale elemento caratterizza meglio te stessa e il tuo brand?

C'è un film molto noto che si chiama "Cuore Selvaggio" in cui il personaggio interpretato da Nicolas Cage parla della sua giacca di pelle di pitone come il simbolo della sua individualità e della fiducia che ripone nella libertà personale. Ecco i capi che creo sono simbolo di emancipazione, sono pensati per autodeterminarci. Nessuno ci può giudicare per ciò che indossiamo. Il nostro corpo è uno strumento e mi piace vestirlo di tutta la libertà possibile.


Bea, founder of BEA studio

Com'è nata l'idea del The Beast Show?

L'idea del BEAST SHOW nasce subito dopo aver scattato le foto di campagna della collezione BEA-st mode a gennaio. Yara De Freitas artista delle stampe rappresentate dai sette animali in via d'estinzione della collezione, ispirata dalle immagini scattate dal fotografo Niccolò Berretta, inizia a creare degli schizzi riproducendo le immagini di Niccolò e da lì parte l'idea di creare un'esposizione condivisa, all'interno della quale inserire arte, fotografia, ma non solo.


Il nostro BEAST SHOW è un viaggio artistico condiviso in cui le opere di Yara De Freitas saranno accompagnate dalle foto di Niccolò Berretta e di Martina Scorcucchi che hanno rappresentato la collezione nel suo dicotomico e duplice aspetto: Niccolò ha rappresentato l'aspetto più primordiale delle bestie e Martina quello più meditativo legato al mondo dello yoga. Ci sarà poi la musica di DJ GATTONERO che ha creato per noi la traccia musicale del video della campagna; inoltre ci sarà la lezione di Yoga con Priscilla Bertoncelli ambassador del Brand e della BEAST Mode Collection.

Perché credi il tuo brand sia il più adatto a questa esperienza sensoriale a 360°?

Perché in questa esposizione arte, foto, moda, musica e yoga si uniscono in un unico luogo e creano questo percorso sensoriale, così come le nostre jumpsuits ti possono accompagnare in varie fasi della tua vita: vai a yoga, puoi andarci a ballare, a bere un drink, puoi farci la spesa. Va sempre bene; è qualcosa che può viaggiare su di te, così come la tua mente.

"...un mondo senza confini né regole, solo vibe primordiali...", quali sono, per te, le vibe primordiali alle quali tutti dovremmo cedere?

Io credo che l'essere umano sia composto da molti sentimenti. Non siamo tutti mossi solo da buone azioni, c'è la rabbia che a volte ti permette di fare rivoluzioni ben più forti rispetto alla bontà. Ecco mi piacciono quelle donne che esprimono, con forza, l'energia che la Terra ci ha donato, quelle donne che senti arrivare dal rumore che fanno; tu senti i loro passi ancora prima che entrino in una stanza. Beyoncé ha questa cosa qui: è quel tipo di donna che con una mazza da baseball monetizza le corna del marito cantandole; è portatrice di incanto e rabbia.

Il BEAst show è un vero e proprio “conosci te stesso”.


Il consiglio è di saltare, buttarsi nel viaggio e liberare i sensi a nuove sensazioni, o forse meglio dire diverse, costrette, oscure, negate e inaspettate.