IN CONVERSATION WITH: EUROPEAN VAMPIRE



In una Roma Felliniana, un bolide sfreccia tra le vie notturne illuminate da lucenti fari. Completo nero, cravatta, denti aguzzi che brillano nel buio. Un vampiro, due vampiri che senza fretta posano tra le sculture fluide, fari rossi, flash. Cambio di scena. Lorenzo Sutto e Mark Ceiling (Riccardo Marsili Feliciangeli) hanno dato vita a un progetto intrigante, seducente, unendo ambientazioni peccaminose, deep house, narrazioni bohemian e ritmi incalzanti.


Il loro primo album esce oggi, abbiamo dunque deciso di immergerci in questo mondo a tratti decadente a tratti alto borghese degli EV.





Partiamo dal nome dell'album, "FOREVER SPEEDING THROUGH DARKNESS". Da cosa nasce questo nome, a cosa fa riferimento? Raccontateci meglio la storia che c'è dietro la scelta del titolo dell'album. 



Abbiamo scelto "Forever Speeding Through Darkness" perché è la frase che meglio rappresenta la natura dicotomica di questo album: da una parte l'euforia estatica dell'edonismo, il volere sempre di più per sé stessi (il "Forever Speeding"), dall'altra la perdita di sé, l'incedere verso l'ignoto ("Through Darkness"). E' un nome che riesce a descrivere tutti gli stati emotivi di questo album, dai momenti più dinamici e tesi al dancefloor a quelli più meditativi e intimi.


In un momento storico così delicato e lontano dagli stimoli, in che modo e dove trovate l'ispirazione, quali sono i vostri riferimenti? (musicali, letterari, artistici,etc.) 



Il momento storico non ha aiutato con la percezione di stimoli esterni, fondamentali per il progetto, però ci ha dato la possibilità di approfondire e consolidare quello che già avevamo a livello di riferimenti e ispirazioni:

da Mark Fisher a Bret Easton Ellis, da Piero Umiliani a Lone, da Fellini a Mary Harron.


Chi sono gli EV: un duo, un team, personalità parallele o un agglomerato di esperienze personali? Due personalità tanto diverse quanto complementari, chi c'è dietro gli European Vampire? 



"European Vampire" è anzitutto un personaggio, una maschera. Poi è il risultato di due persone caratterialmente agli antipodi: uno (Lorenzo) dinamico, teso sempre verso l'obbiettivo a qualunque costo, l'altro (mark ceiling) più pacato e metodico nell'approccio. Il motivo per il quale funzioniamo come duo è la capacità che abbiamo di intuire le idee e gli stati emotivi l'uno dell'altro, di renderli nostri e di conseguenza coesi. Oltre a noi due, European Vampire è anche un team di persone molto dedicate che hanno compreso la visione e l'idea del progetto, e lo hanno impreziosito con il loro apporto.


Possiamo sicuramente dire che la parte visiva del progetto è molto curata ed evidentemente ricercata. Dalla copertina del disco, a tutta la cura dei suoni e della vostra immagine. Cosa vi ha spinti a curare nel dettaglio anche alla parte visiva degli European Vampire? In che modo credete che i due mondi, quello musicale e quello dell'arte visiva possano coesistere nello stesso spazio? 



Il personaggio EV è vanesio, inumano, completamente legato al superficiale delle cose ma attratto dall'emotività e dalle relazioni umane non come accrescimento personale del proprio percorso vitale, ma più come ricerca continua di esperienze diverse sulla propria pelle. Come un edonista, che sperimenta varie sostanze per arrivare alla perdizione più totale, così EV vive la sua dimensione umana come qualcosa di nuovo, diverso e per ciò interessante da esplorare. La parte estetica di questo progetto non può prescindere da questo discorso: se la musica rappresenta ciò che il personaggio sente, l'estetica visiva è lo strumento che utilizziamo per descrivere al meglio European Vampire, rappresentando il mondo in cui il personaggio vive, ciò a cui aspira tutti i giorni, ciò che davvero lo fa sentire vivo. Il nulla, ma bello.




Ascolta l'album qui




TALENT/EUROPEAN VAMPIRE:

Lorenzo Sutto (@redbrickhead) Riccardo Marsili (@markceiling)

MODELS:

Madeleine Bex (@madoooshkka) Daria Comedini (@daria_comedini) Milana Vakarchuk (@milanavakarchuk) Rosanna (@rosanna.mdr)

PHOTOGRAPHER:

Viola Rolando (@violarolando)

STYLIST:

Serena Pompei (@serena_pp_pompei) Camilla Rocca (@penflont)

PRODUCER:

Camilla Rocca (@penflont)

MUA:

Martina Origlia (@martinaorigliamakeup)

LOCATION:

CASTRO PROJECT