Androginia: la dualità di stare nel mezzo

Sentiamo spesso parlare di androginia, ma troppe poche volte ne capiamo il puro significato.

Alcuni, ancora oggi, la identificano come il mero travestimento da donna – per l’uomo – e da uomo – per la donna. Dobbiamo imparare a sostituire questa visione agreste con un’idea più realistica.

Attraverso la libertà d’espressione, l’originalità, la creatività ed il coraggio si crea un’identità fluida.

Il suo scorrere trasmette emozioni elevando il concetto di androginia nel vestire ad esperienza: la dualità di stare nel mezzo.



©Riproduzione riservata

©Riproduzione riservata

Questo concetto emotivo e duale trova la sua rappresentazione nella sequenza dei tre collage che, grazie all’arte e alla moda, lo rendono visivo, concreto, da osservare. Ma non fermiamoci solo all’arte, osserviamo la vita e comprendiamola. Comprendiamoci.





Testo e artworks di Edoardo Bertazzoni

Collage created with scissors and glue; post produced with Photoshop.






ENG VERSION

Androgyny: the duality of being in the middle

We often hear about androgyny, but too few times we understand its pure meaning. Some, even today, identify it as the mere disguise of woman - for man - and man - for woman. We must learn to replace this rustic vision with a more realistic idea.

Through freedom of expression, originality, creativity and courage, a fluid identity is created. Its flow conveys emotion by elevating the concept of androgyny in dress to experience: the duality of being in the middle.

This emotional and dual concept finds its representation in the sequence of the three collages that, thanks to art and fashion, make it visual, concrete, to be observed.

But let's not stop at art alone, let's observe life and understand it. Let's understand each other.